Blog

Google Cardboard: il regalo nerd perfetto

recensione google cardboard

Il regalo nerd perfetto ed economico? Probabilmente la Google Cardboard. Il suo costo irrisorio e l’effetto sbalordimento garantito fanno di questo pezzo di cartone pieghevole un’idea regalo che vale molto più del suo prezzo. Ma di cosa stiamo parlando? Di realtà virtuale signori, quella parolina che cicliclamente ci si ripropone davanti, e poi puntualmente cade nel dimenticatoio per un tot di anni prima di saltar fuori di nuovo.

Cos’è una Google Cardboard?

cardboardUna cardboard altro non è che un visore, adatto a enfatizzare app e contenuti speciali che faremo girare sul nostro smartphone (non solo Android ma anche IOS e Windows Phone). Nella busta ci arriva una sagoma di cartone con alcuni lati da piegare e unire, completa di due lentine di plastica, striscette di velcro e un piccolo magnete. Una volta piegato, l’oggetto assume la forma di un visore, con uno spazio posteriore dove inserire il nostro smartphone per poterlo guardare attraverso le lentine, come un piccolo cinema immersivo privato.

No. non è il semplice binocolino dove guardare le donnine in 3d che esisteva già ai tempi dei nostri nonni, perchè come ogni bravo esempio di realtà virtuale che si rispetti, qui possiamo muoverci all’interno dell’ambiente da esplorare, camminando fisicamente e girando la testa in tutte le direzioni per scrutare il mondo che ci circonda. E per i pochi euro del costo della cardboard, e per l’economicità dei materiali grezzi che ci arrivano da montare, l’effetto è davvero wow!

Già l’applicazione Cardboard ufficiale di Google ci regala una demo delle potenzialità dell’oggetto, ma sono parecchie le app compatibili con la carboard (sullo store di Google cercate “cardboard” e le vedrete contrassegnate con il simbolo dell’occhialino di cartone).

Oltretutto grazie ad app idonee, possiamo non limitarci alla semplice fruzione ma anche produrre noi stessi ambienti VR compatibili con i visori, semplicemente scattando delle foto con un concetto simile a quello delle immagini a 360°.

Ma quanti modelli di cardboard esistono?

Sebbene il modello più simbolico di questa tecnologia low cost sia il classico kit di cartone (oppure la recentissima Google Cardboard Plastic appunto in plastica trasparente, waterproof e con audio immersivo), varie aziende si sono lanciate nel mercato delle app vr e 3d proponendo decine di visori diversi. Ho fatto per voi una piccola selezione di modelli, ma qui trovate l’elenco completo. Sceglietene una e poi correte a fondo post per scoprire quali sono le migliori app per la vostra cardboard preferita!

googlle cardboard andoer diyAndoer DIY Google – € 5,98
Il modello più comune ed economico (praticamente quello che ho provato io). Nonostante i materiali siano ultragrezzi il cartone mantiene una buona stabilità e non dovete temere che possa cadere lo smartphone.

afunta vr cardboardAFUNTA VR 3D – € 19,80
Siamo ancora in fascia economica, ma i vantaggi di Afunta rispetto alla tradizionale cardboard di cartone sono le lenti regolabili, anche con gradazione variabile per la miopia, e la possibilità di contenere dispositivi fino a 7 pollici (quindi il vostro iPhone 6 ci starà più che comodo).

pop cardboardPOP Cardboard – € 19,90
Qui i materiali sono sempre ultraeconomici, ma il suo aspetto frufrù può renderla un bell’oggetto da regalo per chi non guarda il capello in fatto di tecnologia ma cerca un oggetto divertente da far vedere agli amici

zeiss vr cardboardZEISS VR ONE – € 129
Già il nome Zeiss, insieme al prezzo, ci fa capire che qui siamo su un piano costruttivo assai superiore rispetto ai giocattoli di cartone. Un regalone per appassionati di realtà virtuale un pò più grandicelli ed esigenti.

 

Le migliori app gratuite per Google Cardboard

sistersSisters La classica app “de paura” dove ci troviamo in una stanza inquietante, e dobbiamo solo guardarci intorno aspettando qualcosa che ci faccia cacare sotto, tra bambole assassine e cantilene di bambini. Banalissima forse, ma provatela da soli e al buio se avete coraggio: un paio di salti ve li regala di sicuro.

 

villageVillage Praticamente una demo o poco più, ma non sottovalutatela. Mentre nelle altre app vi dovete limitare a muovere la testa, per esplorare questo villaggetto medievale occorre camminare davvero per procedere. Quindi qui parliamo realmente di realtà virtuale, ma attenzione: se non abitate in una casa enorme rischiate di sbattere ovunque.

vanguardVanguard V E’ un’esperienza di gaming più simile a un gioco vero: devi guidare un personaggio volante nello spazio, schivando asteroidi e raggi laser. Buona grafica, movimento fluido (io ho ancora un Galaxy S4) e grande sensazione immersiva: un buon assaggio di quello che potremo raggiungere con le cardboard.

 

vrcaveVR Cave Un giro in una caverna sotterranea. Risoluzione di altissimo livello ma interattività pressochè assente: dobbiamo solo lasciarci trasportare dalla visuale limitando a seguire con la testa il percorso. Però ammetto che è una delle app che mi ha fatto letteralmente perdere l’equilibrio rischiando di cadere.

 

titansTitans of Space Non aspettatevi interazione, ma solo una bella ricostruzione del nostro sistema solare. La musica del pianoforte rende romantico il freddo universo, e si percepiscono le dimensioni di stelle e pianeti in modo molto intuitivo.

 

jakkuStar Wars: Jakku Spy Si tratta di un’area dell’app ufficiale di Star Wars che ci regala brevissimi spezzoni 3d legati al Risveglio della Forza, dove possiamo vedere e sentire il nuovo BB8. Per ora gli episodi sono talmente brevi e privi di interazioni da consigliarlo solo ai fan più sfegatati della saga.

 

lamperLamper VR: Firefly Rescue Un giochino molto simpatico e ben realizzato adatto ai più piccoli dove il vostro personaggio dovrà svolacchiare prendendo al volo luci e powerups evitando piante carnivore e ragnatele.

 

 

 

Be Sociable, Share!

Sono presenti 0 Commenti

Leave A Reply